Camparisoda - Camparisoda festeggia al Mart di Rovereto

Rovereto (TN), 24 febbraio 2012 - Camparisoda avvia i festeggiamenti per i suoi 80 anni al MART di Rovereto, città dove ha vissuto per la maggior parte della sua esistenza Fortunato Depero, ideatore dell’iconica bottiglietta nel 1932. Il viaggio per celebrare il compleanno di Camparisoda inizia con una esposizione di chine a firma dello stesso artista trentino, proprio a Rovereto dove ha sede Casa Depero. 
La mostra che inaugura il 24 febbraio è una significativa sintesi di quella intitolata “Depero con Campari”, che celebrò la nascita di Galleria Campari di Sesto San Giovanni (Milano) nel 2010. Stava per chiudere l’anno del centenario del Futurismo (1909-2009) - di cui Fortunato Depero fu tra i più vivaci protagonisti - e si aprivano le celebrazioni del centocinquantesimo compleanno di Campari (1860-2010), committente e mecenate dello stesso Depero dal 1926 al 1936.
Le 20 chine in bianco e nero, conservate oggi nell’Archivio Campari, sono state selezionate per la mostra e provengono dal corpus di 50 opere grafiche originali, che Fortunato Depero realizzò per il volume Numero Unico Futurista Campari 1931 - un raro documento della storia del Futurismo italiano. 
Come ricorda Marina Mojana, Direttore artistico di Galleria Campari, “l’artista trentino teorizzava in quegli anni che «l’arte della pubblicità è un’arte colorata, obbligata alla sintesi» profetizzando così gli spot di 30 secondi dell’era digitale. Di più, auspicava un’arte di massa «in grado di marciare, come il Futurismo, di pari passo all’industria, alla scienza, alla politica, alla moda del tempo, glorificandole», perché la pubblicità è «arte gioconda-spavalda-esilarante-ottimista»”. 
Il Numero Unico Futurista Campari 1931, ideato da Depero come omaggio della “Ditta Davide Campari & C. Milano” e stampato nella tipografia Mercurio di Rovereto in tiratura limitata, è oggi un oggetto da collezione. Queste tavole originali, create tra il 1927 e il 1931, vennero riprodotte a stampa con l’aggiunta dei testi del poeta Giovanni Gerbino e dovevano essere lette in pubblico con il sottofondo musicale composto dal musicista Franco Casavola, perché esaltavano «gli artisti creatori, gli industriali e i produttori». 
 
Le opere, originali dell’epoca, sono realizzate a china in bianco e nero e rappresentano un pezzo di storia dell’arte italiana e internazionale. Di proprietà di Davide Campari – Milano S.p.A sono veri e propri pezzi da collezione, raramente apparsi in pubblico. 
Camparisoda vuole essere presente sul territorio caro a Fortunato Depero per sottolineare il forte legame con l’arte, la comunicazione e la continua evoluzione sui linguaggi. L’inaugurazione della mostra sarà l’occasione per festeggiare a Rovereto l’80° compleanno di Camparisoda, animando il museo e Casa Depero con la nuova limited edition reinterpretata per l’occasione dal designer milanese Matteo Ragni.
La mostra è stata curata da Marina Mojana, Direttore Artistico di Galleria Campari. 
La mostra sarà fruibile, gratuitamente, presso il mezzanino del Mart di Rovereto dal 25 febbraio al 1° aprile.
 
Data di pubblicazione: 
24 feb 2012
Brands: 
Share/Save
Ultima modifica 18 feb 2014